Perché il miglior fidanzato del mondo è quello che non sa di esserlo

E’ iniziato come un gioco fra amici, vedi passare un uomo che ti piace, perché è oggettivamente bello o ha uno stile particolare ed esclami: ecco il mio nuovo fidanzato!
L’ironica esclamazione diventa oggetto di simpatici dialoghi e gossip da pausa caffè ogni qualvolta lui passi o qualcuno lo citi e così, il “fidanzato” diventa a furor di popolo il legittimo compagno immaginario.

Nel mio caso tutto è iniziato dopo aver incrociato un collega particolarmente affascinante ed aver dichiarato la mia volontà di fidanzamento senza ovviamente interpellarlo, (a dirla tutta, credo non sappia nemmeno chi sono) la “parodia” è continuata per alcune settimane a suon di: c’è il tuo fidanzato, il tuo fidanzato ti tradisce con la collega, l’amica del tuo fidanzato è gelosa, ho visto il tuo fidanzato in sala riunioni, il tutto condito da sane risate e anche qualche palese figura di …..
Come tutte le storie però, anche quelle immaginarie hanno un termine e ben presto il mio “fidanzato immaginario” è diventato “ex”, la rottura è stata determinata da boh… Non ricordo bene ma uno dei vantaggi dei fidanzamenti a senso unico è che una scusa vale l’altra.
Ho annunciato quindi che ci eravamo lasciati ma tutt’oggi gli amici continuano a chiamarlo “il mio ex fidanzato”.
Temo anche che la voce o quantomeno qualche battuta gli sia arrivata ed essendo un uomo che sa di piacere perlomeno mi spiego la profusione di sorrisi ogni volta che lo incrocio ma va beh, ormai è un ex pertanto…

Dopo di lui ho nominato un nuovo “fidanzato” ma sfortuna vuole che in questo caso non ci sia stata una vera e propria rottura, era un collega e si è dimesso. Dal mio personale punto di vista trattasi di vero e proprio “abbandono”, oltretutto senza nessun preavviso se non una sterile mail inviata a tutti, pertanto ho deciso che avevo bisogno un periodo da single.

Ora sono nuovamente “fidanzata” e stavolta ho puntato decisamente in alto, si chiama Antonino, fa lo chef e il nostro fidanzamento è stato annunciato al “mio” mondo nel momento in cui il dolcissimo omone ha messo un like ad un tweet che lo citava.
Qualcuno ha cercato di rovinare i miei sogni romantici dicendo che Cannavacciuolo avrà un social media manager come tutti i VIP e che il like sul mio dolcissimo cinguettio in cui ho dichiarato al popolo della rete, il mio amore per lui (anche se si trattava di lavoro…), fa parte delle operazioni standard per aumentare la reach e fidelizzare i follower.
Ovviamente non sono assolutamente d’accordo e pertanto rimarrò “fidanzata” con Antonino fino a che non troverò una valida motivazione per interrompere questa storia.

 

antonino

I love you!

Al di là dei miei deliri o se preferiamo una definizione meno “psicopatica mode”, oltre la mia sconfinata capacità immaginativa, mi sono resa conto che un “fidanzato non al corrente di questa sua condizione” è in assoluto il miglior fidanzato del mondo.

Vediamo i vantaggi:

  • Puoi fare ogni genere di sogno romantico senza che si lamenti che sei troppo sdolcinata e senza scontrarti con il testosterone presente nel loro dna che spesso li rende paragonabili a degli uomini delle caverne.
  • Non devi dare spiegazioni se esci con amici, parenti, se fai le 3 di notte, se non hai sonno, se non hai fame, se non ti depili per una settimana o vai a letto col pigiamone in pile di stich, se non te ne può fregar di meno delle partite di calcio/basket/rugby e quant’altro.
  • Non puoi essere gelosa delle sue amiche, delle sue ex, se esce, se finisce per caso o per costrizione nel letto di un’altra.
  • Non ti crea nessun problema il fatto che non si lavi accuratamente ogni sera, che dia libero sfogo al suo stomaco e al suo intestino, che vada a letto alle 5 del mattino, che passi il tempo libero sul divano in mutande con la sua bella frittatona di cipolle urlando ad ogni goal della squadra del cuore e, cosa non di poco conto, se non ti porta a fare shopping.
  • Quando vi lasciate lui non lo saprà come del resto non ha mai saputo che vi siete fidanzati e pertanto niente lacrime, niente insulti, niente restituzione dello spazzolino da denti lasciato a casa sua…. Amici (???) come prima.
  • Non esiste contatto fisico e quindi non può accusarti di essere fredda, di aver sempre mal di testa, di non coccolarlo abbastanza e per te vale la stessa cosa.
  • Non potrai mai dire che non ti ama abbastanza, che preferisce la compagnia degli amici e lui non potrà farlo con te.
  • Non devi adottare nessun metodo contraccettivo e non rischi comunque di rimanere in dolce attesa (quanta ansia in meno…).

Capisco perfettamente che a molte donne questo potrebbe non bastare ma dal mio punto di vista questo è più che sufficiente tenuto conto del fatto che sto piuttosto bene da sola e già a volte sopporto con fatica la presenza delle mie due gatte in casa. Oltretutto, altro indiscutibile vantaggio, funziona benissimo come deterrente per eventuali corteggiatori indesiderati: mi spiace, sono fidanzata! (… e provateci pure a discutere della questione con Antonino…)

 

Ps: faccio presente che ho scomodato persino Henry Cartier Bresson per dare una parvenza di senso a questo mio post…

Annunci

2 pensieri su “Perché il miglior fidanzato del mondo è quello che non sa di esserlo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...